▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Network Security in contrazione a causa del calo dell'hardware

L'ultimo rapporto di Dell'Oro Group conferma una tendenza già nota.

Tecnologie/Scenari

Secondo il report recente di Dell’Oro Group, il comparto network security registra una contrazione, seppur minima, a causa del calo delle vendite delle soluzioni hardware.

In particolare, globalmente nel 2023 il mercato ha raggiunto il valore di 22,5 miliardi di dollari con un decremento in singola cifra percentuale. Le soluzioni hardware hanno sofferto di un calo dell’1%, per contro le SaaS e quelle per la sicurezza delle reti virtuali sono cresciute del 26%, sfiorando quota 10 miliardi di dollari.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Circa 5 dei suddetti 10 miliardi di dollari sono attribuibili, sempre secondo Dell’Oro Group, alle soluzioni SSE (Secure Service Edge), cresciute del 30% anno su anno.

I dati del report non devono sorprendere, dato che non fanno altro che confermare una tendenza già abbastanza evidente che Securityopenlab aveva già anticipato, è ormai evidente che un modello di security più agile, software e cloud centrico e con un occhio di riguardo all’Edge si dimostra il più corretto per le aziende clienti.

E, se lo scorso anno il mercato dei firewall è comunque incrementato di una sola cifra percentuale, sfiorando i 13 miliardi di dollari, nell’ultimo trimestre del 2023, i ricavi dei firewall virtuali sono aumentati di oltre il 60%. Il mercato dei web application firewall (WAF), invece, ha registrato una crescita a doppia cifra, seppur bassa, trainata prevalentemente dall’adozione di soluzioni basate su SaaS. Nello stesso trimestre, i ricavi dei firewall basati su hardware sono diminuiti di quasi l’8% su base annua.

Il mercato dei firewall basati su hardware - ha dichiarato Mauricio Sanchez, Senior Director per Enterprise Security e Networking di Dell’Oro Group - è stato influenzato dal forte calo degli investimenti da parte dei service provider nei firewall di fascia alta e delle aziende nella fascia bassa”. Un calo degli investimenti che segue il periodo di forte approvvigionamento registrato nel 2020 e 2021.

La classifica dei top vendor dell’ultimo trimestre secondo Dell’Oro vede in ordine Palo Alto Networks, Cisco, Fortinet, Zscaler e Check Point. Sempre secondo le rilevazioni, la prima ha registrato un incremento delle vendite del 25%, risultando decisamente più performante dei rivali Cisco e Check Point.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Rimani sempre aggiornato, seguici su Google News! Seguici

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter