Panasonic punta sull'AI per le telecamere di sicurezza

La nuova serie di telecamere di sicurezza X i-PRO ha a bordo un sistema di AI sfruttabile anche da terze parti, grazie a un SDK

Sicurezza fisica
Panasonic ha lanciato una nuova linea di telecamere di sicurezza. Battezzata X i-PRO, punta nettamente sulle funzioni di AI integrate, sfruttabili però anche da applicazioni di videosorveglianza di terze parti. Non sono quindi quelle sviluppate e integrate a bordo dalla casa giapponese. La nuova gamma comprende sei modelli in risoluzione da 5 MP o 4K. Con design antivandalo di tipo dome o box, per interni ed esterni.

Sulle telecamere di sicurezza Panasonic X i-PRO si possono installare fino a tre applicazioni di video-analisi, basate su un engine integrato di intelligenza artificiale. Due applicazioni proprietarie di Panasonic sono installate di default. Si tratta di AI Video Motion Detection (AI-VMD) e Privacy Masking.

AI-VMD permette di riconoscere persone, auto, moto o biciclette. Può essere utilizzata come soluzione anti-intrusione, identificando direzioni, movimenti sospetti e molto altro. Il motore di AI integrato fa attivare alert sulla base di parametri predefiniti. Privacy Masking, invece, rileva le persone presenti nelle inquadrature e ne "pixela" la figura o il viso per tutelare la loro privacy. A norma di legge.

L'elemento di spicco delle telecamere di sicurezza Panasonic X i-PRO è però la disponibilità di un Software Development Kit. Che permette di sfruttare le funzioni native dell'engine di AI. Questo in generale ha capacità di analisi integrate per riconoscere cambiamenti e movimenti “sospetti” all’interno della scena. Come anche per adattare automaticamente le impostazioni di immagine a seconda della scena analizzata.

Il nuovo kit di sviluppo software open abilita questa gamma di telecamere ad offrire interessanti opportunità di personalizzazione per una serie di applicazioni AI di nuova generazione. Le aziende possono da oggi creare soluzioni di videosorveglianza avanzate e altamente customizzate, in base alle esigenze specifiche dei propri clienti” ha dichiarato Gerard Figols, European Head of the Panasonic Security Business Unit.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Come custodire al meglio i dati, dal backup in poi

Speciale

L'esigenza di una nuova cyber security

Speciale

Cloud Security: rischi e tecnologie per mettere in sicurezza il cloud

Speciale

Antimalware nel 2020: parola d'ordine Intelligenza Artificiale

Speciale

Sicurezza delle infrastrutture critiche nel 21mo secolo

Calendario Tutto

Nov 25
IDC Digital Forum: Multicloud 2020
Nov 26
Dell Technologies Forum Italia 2020
Dic 03
Dell Technologies Forum Italia 2020
Dic 10
Grande Slam 2020 Digital Edition

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori