Cisco Cybersecurity Co-Innovation Center apre le porte a Milano

Cisco e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci hanno inaugurato il Cybersecurity Co-Innovation Center, un centro aperto a cittadini e aziende dedicato a privacy e sicurezza IT.

Business Consumer Tecnologie/Scenari
A Milano, presso Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, nasce il Cisco Cybersecurity Co-Innovation Center dedicato a privacy e sicurezza IT. È uno dei Co-Innovation Center che Cisco ha aperto in diversi Paesi del mondo. Ha il difficile compito di non limitarsi a portare avanti la ricerca e l'implementazione di soluzioni per la cyber sicurezza. Il collocamento all'interno di uno dei più prestigiosi musei meneghini testimonia l'intenzione di coinvolgere i cittadini per sensibilizzarli e istruirli.

Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo, ha sottolineato che "le attività educative che progetteremo in collaborazione con Cisco aumenteranno la nostra offerta culturale, destinata a visitatori di ogni età”.
cyber security centerMarianna Ferrigno, Communication Leader South Europe di Cisco, aggiunge che l'intenzione è quella di "girare competenze ai cittadini e alle nuove generazioni in particolare".  I progetti non saranno esclusiva di Cisco, come suggerisce la dicitura "Co-Innovation". Si tratterà di un centro aperto, che coinvolgerà grandi, piccole e medie imprese. Perché il tema della sicurezza è talmente ampio che una sola azienda non può fare tutto da sola.

Per questo prenderanno parte alle attività le realtà che fanno già parte della rete “Innovation Exchange”. Ci saranno spazi dedicati a sviluppatori e a ricercatori, laboratori per lo sviluppo di soluzioni innovative, e aree dedicate a incontri tematici. Inoltre, questa sede diventerà una delle Cisco Networking Academy. Un luogo in cui giovani e meno giovani potranno assistere a corsi formativi per trovare o migliorare una posizione professionale.

Il focus è sull'Italia e sulle imprese italiane, con l'obiettivo di capire i rischi a cui siamo esposti e come difenderci. Si va dalla piccola impresa alle infrastrutture critiche, differenti per dimensioni ma accomunate dalla necessità di fronteggiare le cyber minacce in veloce evoluzione.
img 20200124 125107Numerose le istituzioni presenti: Paola Pisano, Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, Roberto Baldoni, Vice Direttore Generale del DIS (Dipartimento Informazioni per la Sicurezza) della Presidenza del Consiglio con delega alla cybersecurity, Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano.

Importante ricordare il legame fra questo Cybersecurity Co-Innovation Center e il piano d'investimento Digitaliani, avviato nel 2016 con lo stanziamento di 100 milioni di dollari. Anche i tempi della realizzazione dello spazio espositivo sono notevoli. Sono bastati sette mesi per dare vita a una struttura innovativa, che nel tempo di evolverà e arricchirà.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Come custodire al meglio i dati, dal backup in poi

Speciale

L'esigenza di una nuova cyber security

Speciale

Cloud Security: rischi e tecnologie per mettere in sicurezza il cloud

Speciale

Antimalware nel 2020: parola d'ordine Intelligenza Artificiale

Speciale

Sicurezza delle infrastrutture critiche nel 21mo secolo

Calendario Tutto

Dic 10
Grande Slam 2020 Digital Edition
Dic 16
Emergenza aziende connesse e remote. Come battere sul tempo errori umani e hacker

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori