Apple iPhone 14 in arrivo, il cybercrime ci marcia

Preordini o acquisti diretti di iPhone 14 prima dell’annuncio ufficiale: sono truffe ideate per svuotare il conto corrente degli utenti poco avveduti.

Vulnerabilità

A giorni è atteso l’annuncio del nuovo iPhone, un evento che si ripete ogni anno e che puntualmente crea grande aspettativa nell’utenza Apple, e non solo. Come ogni anno, anche a questo giro gli utenti più fedeli alla casa di Cupertino sono pronti all’acquisto, e i cyber criminali sono pronti ad approfittare della ghiotta occasione.

A lanciare l’allarme è Kaspersky, che ha già riscontrato numerosi esempi di pagine di phishing che offrono l'acquisto o il preordine di iPhone 14, ma che in realtà sono state progettate per svuotare i conti bancari delle vittime e rubare i loro account Apple ID. Fra il 10 e il 25 agosto ne sono stati rilevati oltre 8.700. Numero che non potrà che aumentare con l’approssimarsi della data di annuncio, il 7 settembre durante il tradizionale evento globale.

È evidente che il cybercrime si è appuntato l’evento globale di Apple sui propri calendari: prima della comparsa di un nuovo iPhone sul mercato, i criminali informatici sono usi creare pagine di negozi falsi che offrono la possibilità di preordinare il nuovo smartphone con uno sconto, o addirittura di acquistarlo prima dell'annuncio ufficiale.


Il numero di pagine di phishing relative a Apple e iPhone rilevate dal 10 agosto 2022 al 25 agosto 2022

Il campanello di allarme in questo caso dovrebbe essere l’immagine del prodotto: le foto ufficiali del nuovo iPhone vengono pubblicate solo in concomitanza con l’evento, quindi nei giorni e settimane precedenti gli attaccanti usano foto di vecchi modelli per attirare l'attenzione degli utenti. Chi non nota questo dettaglio e procede con la prenotazione/acquisto, in realtà cede i dati della propria carta di credito ai criminali informatici.

Un prodotto, più rischi

L'attenzione dei criminali informatici per la popolarità degli iPhone va oltre quanto detto finora. Sfoderando il pretesto di un attacco o di un blocco del dispositivo per sospette attività illecite, diverse campagne di vishing inducono gli utenti a contattare un falso numero di assistenza Apple per risolvere il problema. Peccato che a rispondere siano i criminali informatici, che impiegando varie tecniche di social engineering cercheranno di ottenere i dati dell'ID Apple, le informazioni personali o i dati della carta di credito per farsi pagare l’assistenza telefonica. In realtà il messaggio visualizzato dall’utente in origine era solo una pagina di follow-up visualizzata sopra alla schermata reale, per indurre l’utente a pensare che il telefono sia bloccato veramente.


Pagina di phishing in cui viene chiesto agli utenti di effettuare il login con il proprio ID Apple

Per proteggersi da queste minacce gli esperti consigliano di verificare sempre l’autenticità del sito web prima di inserire i dati personali. Meglio ricontrollare sempre gli URL e l’ortografia dei nomi delle società, e soprattutto non cliccare mai sui link presenti nelle email.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Threat Intelligence

Speciale

Cloud Security

Speciale

Cybertech Europe 2022

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Cyber security: dentro o fuori?

Calendario Tutto

Ott 12
Business Continuity in IperConvergenza per l’Edge e la PMI
Ott 18
IT CON 2022 - Milano
Ott 19
IDC Future of Data 2022
Ott 20
SAP NOW 2022
Ott 20
Dell Technologies Forum 2022
Ott 20
IT CON 2022 - Roma
Nov 03
Exclusive Tech Experience 2022 - Milano
Nov 08
Red Hat Summit Connect - Roma
Nov 08
Exclusive Tech Experience 2022 - Roma

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter