Ransomware Deadbolt attacca i NAS Qnap: è urgente installare la patch

Il ransomware DeadBolt sta prendendo di mira i NAS di Qnap. Il produttore ha pubblicato la patch a tempo record: bisogna installarla con urgenza.

Tecnologie/Scenari

Il noto produttore di NAS Qnap ha aggiornato una vulnerabilità zero-day in Photo Station che è tuttora sfruttata dai cyber criminali del gruppo DeadBolt per sferrare attacchi ransomware contro i sistemi. Dato che gli attacchi sono diffusi, l’azienda esorta i clienti a dare corso all’update con urgenza.

L’aggiornamento è stato diffuso a tempo record: solo 12 ore dopo che DeadBolt ha iniziato a sfruttare la vulnerabilità zero-day negli attacchi, che comportano la crittografia dei NAS Qnap direttamente connessi a Internet. Ora non resta che alzare le difese, installando gli aggiornamenti di Photo Station all’ultima versione disponibile, che cambia a seconda della release di sistema operativo presente nel NAS.

Chi ha un dispositivo con QTS 5.0.1 deve aggiornare Photo Station alla release 6.1.2 e successive, per QTS 5.0.0/4.5.x la versione di Photo Station da installare è la 6.0.22 o successiva. Con QTS 4.3.6 occorre Photo Station 5.7.18 e successive, con QTS 4.3.3 è necessario passare a Photo Station release 5.4.15 e successive. Infine, chi ha in uso QTS 4.2.6 dovrà eseguire l’update a Photo Station 5.2.14 e successive.


Da notare che gli update sono risolutivi: una volta installata, la versione riveduta e corretta impedirà al ransomware DeadBolt di sfruttare la vulnerabilità e di crittografare i dispositivi. Qualora non fosse possibile dare seguito all’aggiornamento, il produttore suggerisce agli utenti di sostituire Photo Station con QuMagie, uno strumento di gestione dell'archiviazione delle foto più sicuro per i suoi NAS. Una possibile misura alternativa di mitigazione è scollegare il NAS da Intenet, oppure utilizzare la funzione myQNAPcloud Link fornita da QNAP o di abilitare il servizio VPN.

Le istruzioni dettagliate sull'installazione degli aggiornamenti e sulla configurazione di myQNAPcloud sono pubblicate nell'advisory sulla sicurezza. Aggiornamenti a parte, Qnap ricorda alla sua utenza di non esporre mai pubblicamente i NAS a Internet, ma di posizionarli dietro a un firewall, e di utilizzare password complesse su tutti gli account utente. È inoltre consigliato di scattare snapshot a cadenza regolare per prevenire la perdita di dati in caso di attacchi.

Il ransomware DeadBolt

DeadBolt è una vecchia conoscenza: il gruppo bersaglia di attacchi i dispositivi NAS dall’inizio di quest’anno sfruttando presunte vulnerabilità. I dispositivi Qnap non sono le uniche vittime: sono coinvolti con certezza anche i prodotti di Asustor. Gli ultimi attacchi di questo gruppo risalgono a maggio e giugno 2022.

Nella maggior parte degli attacchi, DeadBolt ha richiesto il pagamento di un riscatto di poco superiore a mille dollari, ma non è da escludere che le cifre possano lievitare, dato che un altro gruppo ransomware noto come Checkmate a luglio ha chiesto 15.000 dollari di riscatto per consegnare la chiave di decodifica alle vittime dei NAS Qnap attaccati.

In chiusura è bene ricordare che i NAS sono un bersaglio molto appetibile per i criminali informatici, dato che nella maggior parte dei casi vengono usati per custodire informazioni sensibili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Threat Intelligence

Speciale

Cloud Security

Speciale

Cybertech Europe 2022

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Cyber security: dentro o fuori?

Calendario Tutto

Ott 12
Business Continuity in IperConvergenza per l’Edge e la PMI
Ott 18
IT CON 2022 - Milano
Ott 19
IDC Future of Data 2022
Ott 20
SAP NOW 2022
Ott 20
Dell Technologies Forum 2022
Ott 20
IT CON 2022 - Roma
Nov 08
Red Hat Summit Connect - Roma
Nov 30
Red Hat Open Source Day - Milano

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter