▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

VMware l'impatto di Kubernetes e la necessità di cybersecurity

Kubernetes è sempre più presente nelle aziende: come viene usato e quali sono le sfide esistenti sono al centro di un nuovo report di VMware,

Business Tecnologie/Scenari

DYI, la versione “fai-da-te” di Kubernetes, riscuote sempre meno successo: la maggior parte delle aziende preferisce infatti lasciare che siano altri, come i fornitori, a occuparsi di assemblare e mantenere aggiornato Kubernetes. È uno dei risultati del Report State of Kubernetes 2023 pubblicato da VMwareche è giunto alla sua quinta edizione e che è ormai un punto di riferimento per comprendere meglio come le aziende utilizzano Kubernetes.

Inoltre, la sicurezza rimane al primo posto, come preoccupazione dominante per i team che implementano e gestiscono Kubernetes. Quasi tutti (97%) gli intervistati citano i problemi di sicurezza legati all'utilizzo di Kubernetes, tra cui le configurazioni o esposizioni errate (55%), l'applicazione di policy coerenti tra cluster e team (42%), i CVE non patchati nella distribuzione Kubernetes (42%) e la protezione delle immagini dei container in una pipeline CI/CD (40%). Quasi tutti gli intervistati dichiarano che vale la pena investire in servizi o supporto a pagamento per Kubernetes, con la sicurezza in cima alla lista.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative



Infine, persistono sfide legate all'implementazione e alla gestione di Kubernetes: l'inadeguatezza dell'esperienza e delle competenze interne continua a essere una delle principali sfide incontrate dalle aziende durante l'implementazione e la gestione di Kubernetes.

Le tecnologie cloud native sono sempre più pervasive e trasformative. Trovo particolarmente interessante l’emergente adozione nei contesti edge, e ne trovo riscontro in particolare nel contesto italiano, sia nell’ambito della Pubblica Amministrazione che nel privato. Queste tecnologie abilitano scenari innovativi e semplificano la distribuzione delle applicazioni nei punti periferici delle architetture dei clienti pur mantenendo una gestione e controllo centralizzati. Questo elemento si aggiunge alla tendenza delle aziende di utilizzare uno o più provider Kubernetes che rende prioritaria la necessità di implementare degli strumenti di gestione che consentano di avere un unico pannello di controllo che prescinde dal cloud provider, che ottimizzi i costi operativi e sia in grado di migliorare la postura della sicurezza degli ambienti cloud native”, commenta Salvatore Incandela, Senior Manager Tanzu Solutions Engineering di VMware.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Rimani sempre aggiornato, seguici su Google News! Seguici

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter