Router sotto attacco, bisogna aggiornare le password

Bitdefender ha registrato una campagna di attacco contro i router domestici Linksys. Dopo avere forzato le password i cyber criminali reindirizzano il traffico verso siti malevoli.

Consumer Vulnerabilità
I router domestici Linksys sono a rischio di un attacco informatico che modifica le impostazioni DNS e reindirizza il traffico verso un sito Web malevolo. L'allarme arriva dagli esperti di sicurezza di Bitdefender. Hanno appurato che il reindirizzamento comporta il download di malware e dell'infostealer Oski.

Quello che accade, nel dettaglio, è una serie di avvenimenti a catena che ha lo scopo di infettare i dispositivi e diffondere malware. Andando per ordine, gli aggressori scandagliano il web alla ricerca di router vulnerabili. Una volta individuati, scatenano attacchi brute force per forzare le passoword. L'obiettivo è di accedere alla console di gestione del router, nata per consentire agli utenti di connettersi in remoto alla propria rete domestica tramite browser o dispositivo mobile. Liquidato questo passaggio, modificano le impostazioni DNS.
non appena gli utenti premono download scaricano un file  exe dannosoNon appena gli utenti premono "download" scaricano un malwareL'azione è grave perché le impostazioni DNS funzionano per il router come la rubrica telefonica per gli utenti. Ogni volta che gli utenti digitano l'URL di un sito Web, i servizi DNS lo collegano all'indirizzo IP che serve quel particolare nome di dominio. È un po' come digitare nella rubrica del telefono il nome di un contatto e attivare la chiamata al numero corrispondente.

Il cambio degli IP DNS consente ai cyber criminali di reindirizzare qualsiasi richiesta verso le pagine Web che controllano. L'elenco parziale dei domini target che vengono reindirizzati include Aws.amazon.com, Washington.edu, Disney.com, Tidd.ly e altri.

Quando si tenta di raggiungere uno di questi domini, gli utenti vengono effettivamente reindirizzati verso un indirizzo IP che visualizza un falso messaggio addebitato all'Organizzazione mondiale della sanità. Le insidie che nasconde questo modus operandi sono molte. Innanzi tutto, gli utenti credono di essersi collegati a una pagina web legittima. Pochi si accorgono che corrisponde a un indirizzo IP diverso da quello desiderato. Anche perché il nome di dominio visualizzato nella barra degli indirizzi del browser è quello corretto.

L'altro punto critico è che l'operazione fraudolenta è difficile da individuare. I criminali informatici si servono di URL abbreviate con TinyURL per impedire di individuare il link dannoso ai quattro repository Bitbucket. Fra gli altri, viene scaricato Oski, uno strumento in circolazione da fine 2019. Può estrarre le credenziali del browser e le password memorizzate nei database SQL dei vari browser e nel registro di Windows.
linksys 2202250 1280Come detto, i più soggetti a questo attacco sembrano essere i router Linksys. Tracciando il numero di download dai repository Bitbucket, Bitdefender stima che le potenziali vittime degli ultimi giorni siano circa un migliaio. Il numero è in crescita. I Paesi più bersagliati sono Germania, Francia e Stati Uniti, che insieme rappresentano oltre il 73 percento del totale.

Si esortano tutti i proprietari a rafforzare le credenziali di gestione remota. Auspicando che gli utenti non abbiano lasciato invariate le credenziali predefinite, è consigliabile modificare quelle esistenti con password lunghe, complesse e difficili da forzare con un attacco brute force. Il consiglio vale per l'accesso all'account cloud Linksys o a qualsiasi account di gestione remota per i router.

È inoltre necessario sincerarsi che il router disponga della versione firmware più aggiornata. In caso contrario, è necessario procedere con l'aggiornamento. Ultimo ma non meno importante, bisogna assicurarsi che tutti i dispositivi connessi al router dispongano di una soluzione di sicurezza che impedisca l'accesso a siti Web fraudolenti e l'installazione di malware.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Antimalware nel 2020: parola d'ordine Intelligenza Artificiale

Sicurezza delle infrastrutture critiche nel 21mo secolo

Speciale

Coronavirus e sicurezza: proteggersi dal contagio digitale

Speciale

World Backup Day 2020: i consigli per tenere al sicuro i dati

Speciale

Soluzioni anti intrusione per la casa e l'ufficio

Calendario Tutto

Set 16
Come costruire un’azienda sicura? La guida definitiva nel cuore della ripartenza

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori