SecurityOpenLab

Windows 10 May 2020 update include la protezione PUA

Con Windows 10 May 2020 update disponibile entro fine mese esordirà la funzione per attivare la protezione contro le applicazioni potenzialmente indesiderate (PUA).

Entro fine mese sarà disponibile Windows 10 May 2020 update, un importante aggiornamento di Windows che comprende anche un'interessante opzione di sicurezza. Una volta scaricato, gli utenti potranno abilitare una funzione di Windows Defender che rileva e blocca l'installazione di applicazioni potenzialmente indesiderate (PUA o PUP).

Si tratta di software che si installano a insaputa dell'utente. Per esempio, quando l'installazione di un programma voluto raggruppa anche quelle di altre applicazioni. Oppure di software che si installano in background bypassando il consenso dell'utente.

I software che rientrano in queste due categorie sono in genere accomunati dalla presenza di annunci intrusivi. Possono raccogliere illecitamente dati all'insaputa dell'utente, per poi rivenderli a terze parti non autorizzate. Possono anche modificare le impostazioni del browser (vi è mai capitato di trovare un motore di ricerca differente da quello abituale?) e disabilitare i controlli di sicurezza.
win10 pua protectionLa nuova funzione permette di intervenire su Windows Defender per mettersi al riparo da queste evenienze. Per la cronaca, la funzione esiste anche nell'attuale versione di Windows, ma può essere abilitata solo tramite criteri di gruppo. Presto si potrà attivarla tramite l'interfaccia utente di Windows.

Per default è disabilitata, quindi occorre ricordarsi di attivarla, subito dopo avere scaricato l'aggiornamento. Basta seguire pochi e semplici passi. Seguite il percorso Start/Impostazioni /Aggiornamento e sicurezza, quindi selezionate la voce Sicurezza di Windows, seguita da Controllo App e browser/Impostazioni di protezione basata sulla reputazione.

Una volta abilitata, la funzione ha due impostazioni. Una permette di bloccare le applicazioni indesiderate durante il download. È utile per chi usa il browser Microsoft Edge. Per gli altri browser è del tutto ininfluente. La seconda blocca le app. Rileva quelle già presenti nel sistema e le disattiva di modo che non possano importunare o fare danni.
edgeDa notare che una funzione con caratteristiche simili è già presente nel browser Edge di Microsoft.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Redazione SecurityOpenLab - 25/05/2020

Tag: microsoft cyber security windows


Top trend

CoronaVirus
Ransomware
Phishing
Malware
Botnet
Vulnerabilità
Data Breach
IoT
Cyberwarfare



End of content

No more pages to load

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo della sicurezza

iscriviti

Redazione | Pubblicità | Contattaci | Copyright

SecurityOpenLab

SecurityOpenLab e' un canale di BitCity,
testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como,
n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L.
Sede Legale Via Nuova Valassina, 4 22046 Merone (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 Capitale Sociale Euro 30.000 i.v.

Cookie | Privacy

statistiche contatore