SecurityOpenLab

Anche Microsoft 365 pensa al GDPR

Per il GDPR, il pacchetto Microsoft pensato per le aziende acquista una versione con funzioni mirate al controllo della gestione delle informazioni

Microsoft 365 ha due nuove versioni focalizzate sugli aspetti di cybersecurity e compliance nella gestione dei dati aziendali. Pensando anche al GDPR europeo. La base resta quella precedente: combinare Office 365, Windows 10 e alcuni moduli verticali in una offerta ad abbonamento. Estendendo così il modello che ha avuto ampiamente successo con il solo Office 365.

Le ragioni della nuova evoluzione sono state spiegate da Ron Markezich, Corporate Vice President for Microsoft 365. A spingere Microsoft 365 è stata proprio la volontà di migliorare la sicurezza dei dati e la compliance normativa. In particolare da quando norme come il GDPR hanno portato sotto i riflettori l'importanza di una corretta gestione delle informazioni. È quindi sembrato logico sviluppare due versioni di Microsoft 365 che si focalizzassero proprio su questi temi.

Information Protection & Compliance è il pacchetto dedicato alla compliance. Comprende in particolare due elementi - Office 365 Advance Compliance e Azure Information Protection - che classificano e proteggono automaticamente, grazie a funzioni di AI, i dati sensibili conservati nel cloud Microsoft. I due tool prevedono anche operazioni costanti di risk assessment per la definizione di un "compliance score". Valutarlo è utile a migliorare i propri processi.

cloud key 3Il pacchetto Identity & Threat Protection è più genericamente rivolto alla sicurezza IT. Comprende funzioni di protezione per tutti i componenti chiave di Microsoft 365. In particolare integra Azure Advanced Threat Protection, Windows Defender ATP, Office 365 ATP e Microsoft Cloud App Security.

Analytics per il lavoro

Le varie versioni di Microsoft 365 oggi comprendono anche MyAnalytics. È un servizio che prima faceva parte solo delle versioni più costose dell'offerta Microsoft in abbonamento. Definito come "the fitness tracker for work", è uno strumento che analizza il tempo trascorso in ufficio. O, per meglio dire, il tempo trascorso "dentro" gli ambienti Microsoft: Outlook, Skype for Business, Teams, OneDrive e SharePoint.

Le valutazioni di MyAnalytics servono ad aumentare la produttività, eliminando gli impegni inutili e usando l'AI per tenere traccia delle priorità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Redazione SecurityOpenLab - 28/01/2019

Tag: microsoft gdpr microsoft 365



Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo della sicurezza

iscriviti

Redazione | Pubblicità | Contattaci | Copyright

SecurityOpenLab

SecurityOpenLab e' un canale di BitCity,
testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como,
n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L.
Sede Legale Via Nuova Valassina, 4 22046 Merone (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 Capitale Sociale Euro 30.000 i.v.

Cookie | Privacy