Safer Internet Day: Kaspersky e Cisco pensano a over 60 e giovani

In occasione del Safer Internet Day 2021 Kaspersky e Wiko elencano cinque semplici regole di sicurezza per aiutare gli over 60 a navigare in sicurezza. Cisco annuncia una nuova iniziativa di formazione per i giovani.

Consumer Tecnologie/Scenari
In occasione del Safer Internet Day, Wiko e Kaspersky si sono unite per formulare cinque consigli indirizzati agli over 60, che sono sempre più smart ma ancora poco consapevoli dei cyber-rischi. Cisco invece cerca di aiutare i giovani a diventare difensori attivi del nostro mondo digitale.

Lo scenario in cui ricorre quest'anno il Safer Internet Day è fortemente connotata dal COVID e dalla veloce trasformazione digitale che ha interessato anche i consumatori. Le restrizioni ai movimenti hanno obbligato anche i meno tecnologici ad affidarsi all'ecommerce per gli acquisti, alle app di collaboration per tenersi in contatto con parenti e amici. Gli over 60 hanno dovuto diventare smart, spesso affidandosi a figli e nipoti per prendere confidenza con gli strumenti digitali. 

Tutti, grazie a Internet, hanno imparato a muoversi nell'era pandemica. Molti però hanno corso rischi informatici perché ignari di alcune cyber minacce molto diffuse. Ecco perché quest'anno il Safer Internet Day è più importante del solito.

Over 60 e giovani

David Emm, Principal Security Researcher di Kaspersky, sottolinea che "gli over 60 non affrontano minacce diverse da quelle di chiunque altro. Sebbene chi appartiene a questa generazione sia in genere più attento, il fatto che non sia cresciuto in un mondo tecnologico si traduce in minor esperienza e abilità nel riconoscere i pericoli. Tutti devono essere consapevoli dei trucchi di ingegneria sociale che i cyber criminali possono mettere in atto per installare codici dannosi nei loro device”.

Consapevolezza che dovrebbero avere i giovani, che possono essere un grande aiuto in questa circostanza. È per questo che Cisco sta investendo su di loro per diffondere i principi di base della cyber security. Negli ultimi tre anni l'azienda ha tenuto corsi di base Get Connected. Connessi e Sicuri per circa 32.000 studenti e corsi avanzati di cybersecurity per altri 23.000 giovani. Nel 2021 Cisco si è posta l'obiettivo di coinvolgere nella formazione sulla Cybersecurity altri 10.000 ragazzi. Per la giornata del 9 febbraio ha inoltre lanciato l’evento online pubblico “Connessi e Sicuri”.
cisco formazione
Le iniziative di Kaspersky e Cisco sembrano viaggiare su binari differenti. In realtà sono complementari. I giovani trascorrono molto del loro tempo davanti agli schermi e hanno molta dimestichezza con il digitale. Se adeguatamente formati sulla sicurezza, possono essere di grande supporto per gli over 60 non solo per l'approccio a Internet e app, ma anche per insegnare loro i comportamenti sicuri da tenere online.

Comportamenti sicuri online

Le regole per navigare in sicurezza sono poche, e una volta comprese è facile applicarle. Kaspersky e Wiko le hanno riepilogate de seguito.

Impostare sempre password complesse. Laddove possibile, utilizzare l'identificazione biometrica, come il riconoscimento dell'impronta digitale, disponibile ormai sulla maggior parte degli smartphone. Le diverse opzioni per bloccare il dispositivo si rivelano utilissime per evitare l’accesso non autorizzato ai contenuti.

Scaricare le app solo dagli store ufficiali. Una vecchia reclame recitava: "c'è un'app per tutto". Un tempo non serviva tanta abbondanza, nell'era del COVID il numero delle app indispensabili è aumentato a vista d'occhio per chiunque. Non c'è nulla di male a scaricare nuove app, l'importante è farlo da fonti affidabili, ossia dagli store ufficiali dei diversi sistemi operativi. Al momento di installare le nuove app è poi bene verificare le autorizzazioni richieste. Molte applicazioni spesso richiedono l’accesso ai contatti, al microfono, alla fotocamera o alla galleria, ma non sempre è necessario fornirle tutte.
password 2781614 1920Attenzione ai messaggi. Che sia un SMS che sembra provenire dalla banca o un messaggio istantaneo (WhatsApp, Messenger, eccetera) inviato da un amico è fondamentale non abbassare la guardia soprattutto se vengono richieste informazioni personali o invitano a cliccare un link. Meglio avere dubbi e verificarli con il mittente prima di fare qualsiasi altra cosa.

Proteggere il dispositivo con app di sicurezza. Lo smartphone è spesso custode di informazioni vitali, dai contatti alle foto fino alle informazioni sensibili e alle password. Per questo è importante installare applicazioni specifiche in grado di proteggere il dispositivo contro virus, malware, cyber attacchi ma anche occhi indiscreti. Oltre a un'app di sicurezza, è consigliabile fare regolarmente il backup dei dati.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori