Italia secondo Paese UE più bersagliato dai cyber attacchi

Dopo la Spagna, l'Italia è il Paese europeo più colpito dagli attacchi informatici. Ogni settimana le aziende fronteggiano 903 attacchi.

Tecnologie/Scenari

Nel 2021 la percentuale di cyberattacchi verso le aziende italiane è cresciuto del 36% rispetto al 2020. Ogni settimana le aziende del Belpaese hanno subito 903 attacchi informatici. La forma di cyber attacco più diffusa è stata il ransomware, che ogni settimana del 2021 ha costituito l'1.9% di tutti gli attacchi.

I dati sono elaborati da Check Point Research, che propone sia un'analisi geografica che settoriale. Dal prospetto geografico, i dati sull'Italia si inseriscono in un quadro internazionale altrettanto grave. A livello globale, infatti, gli attacchi informatici verso le aziende sono cresciuti del 40% a settimana rispetto al 2020.

L'aumento è costante da marzo 2020. A settembre 2021 si sono registrati mediamente 870 attacchi settimanali: più del doppio rispetto alle cifre di marzo 2020. L’Africa è l’area maggiormente colpita, ma subito a ruota seguono Nord America e Europa. In quest'ultimo caso si sono registrati mediamente 665 attacchi a settimana, con un incremento del 65% rispetto al periodo di raffronto.


Secondo l'analisi settoriale, il maggior numero di attacchi informatici ha colpito gli ambiti di istruzione e ricerca, con una media di 1.468 attacchi alla settimana per ciascuna organizzazione. L'incremento rispetto al 2020 è del 60%. Seguono pubblica amministrazione ed esercito con 1802 attacchi (in crescita del 40%), e la sanità con 752 attacchi (+55%).

Ransomware e malware

A livello globale, in media 1 azienda su 61 è colpita una volta a settimana da attacchi ransomware. L'incremento rispetto al 2020 è del 9%. Il settore più colpito è quelli ISP/MSP, con 1 su 36 settimanalmente colpita (+32% rispetto al 2020). Al secondo posto c'è la sanità con 1 organizzazione colpita ogni 44 (+39%), seguita dai vendor software (1 su 52, +21%). Fortunatamente in questo scenario l'Europa non è protagonista: la più colpita è l'area APAC, seguita da Africa e America Latina.

Chiudiamo con i malware: le botnet sono le più diffuse, seguite dai banking malware, che colpiscono il 4,6% delle aziende. Terzo posto per i cryptominer.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Threat Intelligence

Speciale

Cloud Security

Speciale

Cybertech Europe 2022

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Cyber security: dentro o fuori?

Calendario Tutto

Set 14
ACRONIS - Imposta correttamente la tua strategia di Disaster Recovery
Ott 20
SAP NOW 2022

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter