SecurityOpenLab

Safer Internet Day: online la prudenza non è mai troppa

In vista del Safer Internet Day, Kaspersky ricorda come abbassare i rischi quando si naviga online con lo smartphone.

L'11 febbraio si celebrerà il Safer Internet Day. Una ricorrenza che serve per sensibilizzare gli utenti sull'importanza della cyber sicurezza. È un argomento che tocca tutti, consumatori, professionisti e aziende. Gli esperti di sicurezza di Kaspersky e il produttore francese Wiko hanno focalizzato l'attenzione sull'uso dello smartphone. Il motivo è che, come certifica l'Istat, il 91,8% degli utenti con più di 14 anni naviga regolarmente in Internet con questo dispositivo.

È lo smartphone il mezzo con cui si usano le app di messaggistica, si fanno videochiamate. Si usa anche per gli acquisti sui siti di e-commerce, per prenotare viaggi e altro. I rischi legati alla sicurezza sono molti, ma non tutti ne sono a conoscenza. Basti pensare che solo il 29% circa degli utenti di età compresa fra 16 e 74 anni ha competenze digitali elevate. Questo significa che circa il 70 percento della popolazione sa esattamente che cosa sta facendo e in quali rischi o problemi potrebbe incappare. 
smartphone 4562985 1920Vale quindi la pena mettere l'accento sulle abitudini che tutti dovrebbero adottare per collegarsi al web in modo sicuro con lo smartphone.

Innanzi tutto, è bene usare il lettore di impronte digitali. La maggior parte dei prodotti in commercio ne è dotato, usarlo può rendere più sicuri gli acquisiti online e l'accesso ai propri contenuti. Ovviamente questo strumento dovrebbe essere associato a un codice Pin o a una password complessa composta da lettere, numeri e caratteri speciali.

A proposito di shopping online, così come per le app di home banking, è buona regola procedere solo quando si è connessi a reti sicure. Kaspersky ha calcolato che nell'ultimo anno sono aumentati del 15% gli attacchi all’e-commerce che prendono di mira i clienti. Qualsiasi operazione che coinvolga numeri di carte di credito o dati riservati non dev'essere effettuata tramite reti pubbliche non protette da password. In più, nel caso dello shopping, è consigliabile evitate siti web sospetti. Loghi sfuocati, errori di ortografia devono far sospettare una truffa.

Un'altra regola d'oro è mantenete i sistemi e le app aggiornate. La maggior parte degli aggiornamenti include soluzioni per le vulnerabilità e la protezione dei dispositivi dai malware. Per evitare di dimenticarsi gli aggiornamenti basta impostare l’aggiornamento automatico. Restando nell’ambito delle app, si ricorda di scaricarle solo dagli store ufficiali Apple o Android. Quelle provenienti da fonti non affidabili possono rappresentare un rischio per la sicurezza.

La prudenza deve necessariamente includere atteggiamenti prudenti e consapevoli. Spesso si condividono online dati e foto con eccessiva disinvoltura. Informazioni sensibili o dati di pagamento non dovrebbero mai essere condivisi tramite app di messaggistica o sui social.

Non ultimo, prima di aprire l’allegato si una mail è bene sincerarsi che non sia sospetto. Quelli provenienti da mittenti sconosciuti dovrebbero essere cestinati senza leggerli. I link all’interno delle mail vanno valutati con prudenza. Se una banca o un servizio chiedono di aggiornare le proprie credenziali, meglio non passare per il link offerto nella mail. Collegatevi al sito digitando l’indirizzo nel browser e controllate da lì che cosa fare. Spammer e phisher sono sempre all’opera, Kaspersky ha scovato oltre 8.000 attacchi di phishing mascherati da offerte: non abboccate all’amo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Redazione SecurityOpenLab - 06/02/2020

Tag: cyber security mobile


Top trend

CoronaVirus
Ransomware
Phishing
Malware
Botnet
Vulnerabilità
Data Breach
IoT
Cyberwarfare



End of content

No more pages to load

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo della sicurezza

iscriviti

Redazione | Pubblicità | Contattaci | Copyright

SecurityOpenLab

SecurityOpenLab e' un canale di BitCity,
testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como,
n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L.
Sede Legale Via Nuova Valassina, 4 22046 Merone (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 Capitale Sociale Euro 30.000 i.v.

Cookie | Privacy

statistiche contatore