▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Acronis, arriva Cyber Protect 16

L'ultima versione di Cyber Protect velocizza e semplifica le operazioni grazie al ripristino con un solo clic dopo un attacco informatico o una perdita di dati

Business Tecnologie/Scenari

La nostra idea è quella di proporre una soluzione unica di cybersecurity specificamente per gli MSP ma anche per le PMI, combinando la data protection di backup e restore con la cybersecurity, unendo tutto questo con la gestibilità e la visibilità resa possibile da una piattaforma con un unico agente. In altre parole, facendo in modo che tutti possano utilizzare una soluzione EDR in maniera semplice, automatizzata e naturalmente con l'uso dell'AI”, sintetizza Candid Wuest, VP of Product Management di Acronis, nel commentare le novità di Acronis Cyber Protect 16, la versione più recente del suo prodotto di punta presentata a metà febbraio.

Nuove esigenze

Come è stato messo in luce durante la presentazione, i progressi tecnologici rendono più evidente l'esigenza di una soluzione che integri cyberscurity e protezione dati, adatta soprattutto alle odierne aziende distribuite su più sedi. Fattori quali l'aumento del lavoro da remoto e le minacce in continua evoluzione contribuiscono all'espansione delle superfici di attacco, sollevando ulteriori problemi di accesso e privacy dei dati. Non va poi dimenticato il crescente impatto delle normative che disciplinano la cybersecurity, come per esempio la Direttiva NIS2 dell’Unione Europea: come ha ricordato Philipp Rössler, ex ministro e vice-cancelliere della Germania, attualmente nel Consiglio d’amministrazione di Acronis, l’aggiornamento alla prima direttiva del 2016, entrato in vigore nel 2023, ha disposto nuove misure per rafforzare il livello complessivo della cybersecurity in tutta la UE.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative


Ecco quindi che Acronis Cyber Protect 16 presenta una nuova interfaccia centralizzata in grado di facilitare e migliorare l'operatività quotidiana grazie a un pannello di controllo unificato che garantisce più visibilità e gestione semplificata dell'intero ambiente. La soluzione offre anche protezione totale contro le minacce digitali e funzionalità di massimo livello nel backup nel ripristino rapido dopo gli attacchi informatici o la perdita di dati.

Vista da vicino

Illustrata in dettaglio da Andy Keer, Senior Product Marketing Manager di Acronis, la nuova soluzione Cyber Protect 16 integra in un'unica piattaforma efficace e conveniente backup, disaster recovery, cybersecurity e gestione remota degli endpoint. Grazie alla possibilità di ripristinare rapidamente qualsiasi computer senza richiedere l'intervento da parte dei tecnici IT, le aziende specializzate, in particolare quelle nella community dei sistemi di controllo industriale (ICS) e delle tecnologie operative (OT), ottengono la massima tranquillità e riducono al minimo i costi delle interruzioni operative. L'integrazione di protezione dati e funzionalità di ripristino e sicurezza avanzate è finalizzata a garantire la continuità operativa.


Più da vicino, tra le funzionalità di Acronis Cyber Protect 16 vi sono: protezione dalle cyber minacce, con protezione proattiva di dati, applicazioni e sistemi da attacchi ransomware e malware avanzati, grazie all'intelligenza artificiale e al machine learning; ripristino rapido, in quanto senza dipendere direttamente dall'assistenza IT centralizzata, gli utenti possono avviare con un solo clic le funzionalità di ripristino degli endpoint distribuiti, incluso il ripristino bare-metal di workload fisici; e riduzione del TCO, visto che l'ampio supporto per i sistemi operativi multigenerazionali favorisce il consolidamento dei fornitori garantendo al contempo una protezione completa.

Occhio alla data sovereignty

Ma vanno anche sottolineati la gestione semplificata tramite la gestione centralizzata con autonomia locale e la perfetta integrazione con strumenti di terze parti già esistenti, che forniscono una visione unificata delle operazioni di backup e ripristino e un ampio supporto per i sistemi operativi multigenerazionali; e l’attenzione alla data sovereignty: grazie alla vasta rete globale di data center Acronis, gli utenti possono gestire e garantire la piena conformità alle legislazioni locali in materia di sovranità dei dati, evitando ogni preoccupazione rispetto alle normative.


"Il rilascio di Acronis Cyber Protect 16 ribadisce il nostro impegno alla protezione di tutti i dati, le applicazioni e i sistemi. Nell'era degli ambienti distribuiti, alle aziende serve una soluzione di cyber protection che offra protezione affidabile e ripristino rapido e semplice dopo gli incidenti informatici. Molti settori, come quelli manifatturiero, finanziario, della sanità e del retail, non possono permettersi alcuna interruzione operativa. Per loro è cruciale che anche il personale non esperto in IT riesca a effettuare il ripristino, ed è proprio questo che Acronis Cyber Protect 16 offre: il ripristino con un solo clic dopo un attacco informatico o una perdita di dati", ha concluso Gaidar Magdanurov, Presidente di Acronis

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Rimani sempre aggiornato, seguici su Google News! Seguici

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter