Regno Unito: criminali russi attaccano chi lavora al vaccino del COVID-19

Sono pesanti le accuse del NCSC e del Ministro degli Esteri del Regno Unito: gli attacchi contro le organizzazioni che lavorano ai vaccini sono opera di un gruppo riconducibile ai servizi segreti russi.

Business Tecnologie/Scenari
I criminali informatici russi del gruppo APT29 stanno attaccando le organizzazioni di Regno Unito, Stati Uniti e Canada coinvolte nello sviluppo di vaccini per il coronavirus. Non ha usato mezzi termini il National Cyber Security Centre (NCSC) di sua Maestà nel puntare il dito contro i servizi segreti di Putin.

Le accuse sono contenute in un advisory pubblicato in data odierna proprio dal NCSC, che promette di rivelare le tattiche, le tecniche e le procedure messe in atto APT29, noto anche come "the Dukes" o "Cozy Bear" e considerato colluso con l'intelligence russa.

Nel report è scritto a chiare lettere che "il National Cyber Security Centre (NCSC) del Regno Unito e il Communications Security Establishment (CSE) del Canada reputano che APT29 sia un gruppo di cyber spionaggio, quasi certamente parte dei servizi segreti russi. La National Security Agency (NSA) degli Stati Uniti è d'accordo con questa attribuzione e con i dettagli forniti nella presente relazione.
apt29   fonte fireeyeLe accuse sono pesanti. APT29 "utilizza una varietà di strumenti e tecniche per colpire prevalentemente gli obiettivi governativi, diplomatici, sanitari e dell'energia per ottenere vantaggi di intelligence. Nel corso del 2020, APT29 ha preso di mira varie organizzazioni coinvolte nello sviluppo di vaccini COVID-19 in Canada, negli Stati Uniti e nel Regno Unito, molto probabilmente con l'intenzione di rubare informazioni e proprietà intellettuali relative allo sviluppo e alla sperimentazione di vaccini anti COVID-19".

A combattere questa nuova battaglia mediatica è sceso in campo anche il Ministro degli Esteri Dominic Raab, che ha inasprito i toni: "è assolutamente inaccettabile che i servizi segreti russi stiano prendendo di mira coloro che lavorano per combattere la pandemia di coronavirus". Ancora: "mentre altri perseguono i loro interessi egoistici con comportamenti sconsiderati, il Regno Unito e i suoi alleati stanno proseguendo nel duro lavoro di trovare un vaccino e proteggere la salute globale".

L'ovvia conclusione è che "il Regno Unito continuerà a contrastare coloro che conducono tali attacchi informatici, e a lavorare con i suoi alleati per trovare i responsabili".
vaccinoDichiarazioni politiche a parte, c'è poco di tecnico su cui argomentare. Nelle note diffuse da NCSC si citano genericamente "una varietà di strumenti e tecniche, tra cui spear-phishing e malware personalizzato noto come WellMess e WellMail". 

Le autorità canadesi sostengono che tali attacchi ostacolino gli sforzi per la risposta al coronavirus, e che i rischi per le organizzazioni sanitarie sono stati elevati. Nessuno degli accusatori ha specificato quali organizzazioni siano effettivamente state prese di mira o se siano state rubate informazioni.

Qualche settimana fa, NCSC aveva fatto sapere di avere rilevato un milione di messaggi di phishing in due mesi. Non c'erano riferimenti alla Russia o alle ricerche sui vaccini. A maggio Regno Unito e Stati Uniti avevano dichiarato che reti di hacker bersagliavano organizzazioni nazionali e internazionali che rispondevano alla pandemia COVID-19. Ai tempi tali attacchi non furono collegati in modo esplicito allo stato russo.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale sicurezza mobile

Speciale

Proteggere il nuovo smart working

Speciale

Sicurezza cloud native

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Speciale video sorveglianza

Calendario Tutto

Set 30
Webinar Kaspersky - Guai con i ransomware? Volete essere flessibili ma al riparo da attacchi informatici?
Ott 05
VMworld 5-7 ottobre 2021
Ott 12
Webinar Zyxel - Uffici “ibridi” e modalità di lavoro “fluida"

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori