SentinelOne e Proofpoint alleati contro i ransomware

La piattaforma XDR e il prodotto per la sicurezza delle email uniscono le forze per fornire protezione e intelligence sulle minacce end-to-end

Business Tecnologie/Scenari

SentinelOne e Proofpoint hanno annunciato un accordo di collaborazione per assicurare ai clienti una protezione centralizzata contro i ransomware. Il matrimonio è dettato da un contesto ormai consolidato in cui il primo anello della catena di attacco dei ransomware è sempre più spesso l’email, che con tecniche di social engineering raggira le potenziali vittime innescando la catena di attacco.

La combinazione fra la Singularity XDR platform di SentinelOne e la soluzione Targeted Attack Protection (TAP) di  Proofpoint promette alle imprese di beneficiare dei vantaggi di entrambe, ottenendo la threat intelligence e il rilevamento e risposta su più livelli, dalla posta elettronica agli endpoint, dal cloud alla gestione delle identità.

Secondo una recente ricerca di Proofpoint, nel 2021 l'83% delle aziende ha subito almeno un attacco di phishing via email mentre i ransomware sono diventati una minaccia concreta per le imprese di ogni dimensione. Il sistema EDR gestito dai team interni e gli antivirus tradizionali faticano a contrastare con tempestività la diffusione di un attacco e si stanno dimostrando meno efficaci rispetto al passato.



La soluzione TAP di Proofpoint rileva, analizza e blocca le minacce avanzate, compresi ransomware e altre minacce via email inviate tramite allegati e link dannosi, prima che raggiungano le caselle di posta dei dipendenti. SentinelOne combina prevenzione, rilevamento e risposta in un'unica piattaforma basata sull'apprendimento automatico brevettato e sull'automazione intelligente. Rileva comportamenti dannosi attraverso tutti i vettori ed elimina le minacce in modo autonomo su tutte le superfici di attacco aziendali.

Grazie all’integrazione, TAP intercetta le minacce basate sulle email e trasmette i dati a Singularity XDR, che si attiva per una protezione in profondità. Fra le funzionalità integrate si segnalano il monitoraggio del dispositivo, della casella di posta e dei dati. Le funzionalità di remediation autonome che includono il blocco, la sospensione e persino l’annullamento dell'attività dannosa. La condivisione delle informazioni in tempo reale per una difesa proattiva in tutta l'azienda. Ancora, l’isolamento proattivo di dispositivi, utenti e caselle di posta elettronica. Per gli MSP e MSSP è interessante la gestione aziendale multitenant.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Threat Intelligence

Speciale

Cloud Security

Speciale

Cybertech Europe 2022

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Cyber security: dentro o fuori?

Calendario Tutto

Ott 12
Business Continuity in IperConvergenza per l’Edge e la PMI
Ott 18
IT CON 2022 - Milano
Ott 19
IDC Future of Data 2022
Ott 20
SAP NOW 2022
Ott 20
Dell Technologies Forum 2022
Ott 20
IT CON 2022 - Roma
Nov 08
Red Hat Summit Connect - Roma
Nov 30
Red Hat Open Source Day - Milano

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter