Dahua Technology: tre soluzioni per la Fase 2

Le tecnologie della videosorveglianza, AI compresa, possono aiutare nella gestione della Fase 2 post-Covid

Sicurezza fisica
La ricerca della nuova normalità post-Covid significa, per le aziende, anche capire come "aggiornare" la gestione del controllo accessi e del social distancing. Necessità che sono concettualmente collegate agli ambiti della videosorveglianza e del controllo accessi in senso classico. Motivo per cui diversi attori di quei mercati stanno sviluppando soluzioni ad hoc.

Lo sta facendo anche Dahua Technology, focalizzandosi su tre classi di applicazioni. In primis l'utilizzo di telecamere termiche ibride, con funzioni di intelligenza artificiale, per rilevare persone che mostrino il sintomo principale di una infezione. Ossia l'aumento della temperatura corporea oltre determinate soglie.

Dahua spiega che l'utilizzo di funzioni di AI integrate nelle telecamere ibride permette di ottimizzare i rilevamenti ed evitare falsi positivi. La telecamera si concentra solo sulla fronte dei soggetti. Escludendo altre fonti di calore esterne. Quando rileva una temperatura oltre le soglie di normalità, il sistema invia immediatamente una notifica push di allarme. La valutazione della temperatura corporea è precisa, anche grazie a un dispositivo blackbody collocato all’interno del campo di ripresa che fa da riferimento stabile per le operazioni di di auto-calibrazione.
dahua temperature jpegIl secondo ambito su cui Dahua si sta concentrando è la gestione dei flussi di persone. Anche in questo caso si fa uso di algoritmi che analizzano le immagini riprese. Per valutare non solo il numero di persone in una data area ma anche se portano la mascherina o meno. Oppure se mantengono una debita distanza di sicurezza. I sistemi per la gestione dei flussi possono essere collegati a display, digital signage e dispositivi di segnalazione luminosa. Per mostrare indicazioni e contenuti multimediali attraverso interfacce dedicate a visitatori e staff.

Ultimo ambito di interesse particolare in questa Fase 2 è quello del controllo accessi in senso stretto. Le soluzioni Dahua integrano terminali con riconoscimento facciale e misurazione della temperatura. Quindi in grado di riconoscere chi cerca di entrare e di valutarne allo stesso tempo le condizioni di salute. L’ingresso può ad esempio essere consentito solo alle persone autorizzate, con una temperatura entro le soglie di norma, che indossano la mascherina.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Antimalware nel 2020: parola d'ordine Intelligenza Artificiale

Sicurezza delle infrastrutture critiche nel 21mo secolo

Speciale

Coronavirus e sicurezza: proteggersi dal contagio digitale

Speciale

World Backup Day 2020: i consigli per tenere al sicuro i dati

Speciale

Soluzioni anti intrusione per la casa e l'ufficio

Calendario Tutto

Set 16
Come costruire un’azienda sicura? La guida definitiva nel cuore della ripartenza

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori