Threat intelligence è il servizio più richiesto dagli MSP

Per acquisire nuovi clienti e tenere testa alla concorrenza gli MSP stanno ampliando l'offerta di cyber security. Puntano sulla threat intelligence.

Tecnologie/Scenari

È la threat intelligence il servizio più richiesto dagli MSP. Complice la crisi pandemica e la conseguente consapevolezza dell'importanza della sicurezza informatica, oggi i Service Provider stanno investendo per ampliare i propri servizi di cyber security puntando sulla threat intelligence.

Il dato emerge dal report MSP market focus in 2021: IT security challenges and opportunities in the new normal di Kaspersky e non stupisce, dato che è proprio la threat intelligence a permettere di rilevare anche le attività criminali sconosciute e offrire quindi ai clienti una migliore protezione dalle minacce informatiche. Non è un caso che Gartner la definisca "un aspetto chiave dell'architettura di sicurezza che aiuta i professionisti di cybersecurity e di risk management a rilevare, valutare e indagare le minacce".

Scorrendo il report, condotto tramite interviste a 606 MSP e MSSP in 21 Paesi, il 93% dei Managed Service Provider (MSP) prevede di ampliare il proprio portfolio di sicurezza informatica. La threat intelligence è l'obiettivo di potenziamento del 44% del campione. L'esigenza è distinguersi perché rispetto al 2019 la qualità della protezione e la capacità di offrire servizi aggiuntivi sono diventati fattori chiave per la scelta di un vendor di cyber security.


I servizi di threat intelligence sono molteplici. Quello che interessa la maggior parte del MPS è l’APT reporting, che consente di tenersi aggiornati su indagini, campagne sulle minacce e tecniche più recenti dei gruppi APT. Seguono per ordine di importanza la ricerca delle minacce e il threat data feed, che aiutano a migliorare la risposta agli incidenti. Fra i servizi richiesti spiccano poi il security assessment (40%), l'analisi dei malware (38%), e il rilevamento di attacchi mirati (37%).

Un mercato in crescita

Nel 2021, la stragrande maggioranza dei Service Provider ha aumentato la propria base clienti rispetto al 2019. È il segnale più evidente della crescente importanza che le aziende riconoscono alla cyber security. Oltre che un sintomo dell'alta percentuale di aziende che necessita di appoggiarsi a servizio terzo per la gestione della sicurezza.

Ora la sfida è trovare nuovi clienti. Questo ha innescato una forte concorrenza sul mercato: oltre al prezzo, a fare la differenza sono sempre di più i servizi offerti. In particolare, nella scelta di un MSP il criterio principale resta il prezzo, seguito però dalla protezione offerta e dai servizi aggiuntivi. Tre fattori che si rispecchiano in un'unica soluzione: la threat intelligence appunto.

È rafforzando questo aspetto che i Service Provider riescono a rafforzare la propria posizione sul mercato, perché come sottolinea Mikhail Kolchin, Head of MSP Business di Kaspersky, "le aziende devono combattere i rischi per la sicurezza in un ambiente sempre più complesso […] Una threat intelligence di alta qualità implica anche il supporto di un team riconosciuto di esperti con comprovata esperienza nel rilevamento di minacce complesse, e la perfetta integrazione dei servizi nelle operazioni di sicurezza già esistenti in un'azienda".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Threat Intelligence

Speciale

Cloud Security

Speciale

Cybertech Europe 2022

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Cyber security: dentro o fuori?

Calendario Tutto

Ott 12
Business Continuity in IperConvergenza per l’Edge e la PMI
Ott 18
IT CON 2022 - Milano
Ott 19
IDC Future of Data 2022
Ott 20
SAP NOW 2022
Ott 20
Dell Technologies Forum 2022
Ott 20
IT CON 2022 - Roma
Nov 08
Red Hat Summit Connect - Roma
Nov 30
Red Hat Open Source Day - Milano

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter