Protezione IoT: Check Point presenta IoT Protect

IoT Protect è una soluzione integrata per la protezione dei dispositivi IoT installati in infrastrutture critiche, ambienti industriali, sanitari, smart city e smart building.

Business Tecnologie/Scenari
La protezione dei dispositivi IoT all'interno delle reti è un problema di portata sempre maggiore e sempre più urgente da risolvere. Check Point Software Technologies lo affronta con IoT Protect, una nuova soluzione di cyber security che promette di proteggere sia i dispositivi che le reti IoT presenti negli smart building, nelle smart city, negli ambienti sanitari, in quelli industriali e nelle infrastrutture critiche.

La base di IoT Protect è la prevenzione, atta a bloccare sia le minacce conosciute, sia gli attacchi informatici sconosciuti, grazie all'impiego dell'Intelligenza Artificiale. L'aspetto più interessante è che secondo il produttore questa soluzione è in grado di tutelare anche i dispositivi IoT per i quali non sono applicabili le patch o che si appoggiano a protocolli di comunicazione non sicuri. In questi casi, infatti, vengono usate delle patch virtuali per correggere i difetti di sicurezza.

Questo dovrebbe aggirare la questione annosa della mancanza di standard comuni per la fabbricazione di prodotti "secured by design" e della carente disponibilità di patch nel momento in cui vengono rilevate delle vulnerabilità.
iot protect 4IoT Protect lavora di concerto con i gateway dell'azienda e con IoT Protect Nano-Agents, inoltre si integra con le principali piattaforme di asset discovery IoT del settore per gli ambienti sanitari, industriali, smart office e smart building. Il risultato è che installandolo di ottiene una visibilità completa dei dispositivi IoT, che permette di condurre un'accurata analisi dei rischi. Visibilità che peraltro avviene mediante un unico pannello di controllo sia per le reti IT che IoT.

Una volta ottenuto questo risultato è possibile identificare e bloccare gli accessi non autorizzati e il traffico da e verso dispositivi e server, per prevenire attacchi malware mirati. Non ultimo, IoT Protect consente una segmentazione e gestione intuitiva della rete con il metodo Zero Trust. Questo permette di definire regole di sicurezza dettagliate in tutto il tessuto di rete IoT, basate su attributi, rischi e protocolli dei dispositivi, nel rispetto delle politiche di sicurezza aziendali.
iot protect 3Il passo compiuto da Check Point è un passaggio importante perché, nonostante i rischi, ormai la maggior parte delle aziende ha implementato soluzioni di IoT, che sono spesso "dispositivi ombra", ossia che operano connessi in rete senza che i team IT o responsabili della sicurezza ne siano a conoscenza. Dato che quello che non si vede non si può proteggere, non stupisce che il 67% delle aziende e l'82% delle imprese in ambito sanitario abbiano subito incidenti legati all'IoT.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori