Dai data center alla cloud security, passando per l’IoT: le novità di Check Point

Il CPX 360 2022 è stato anche l’occasione per dare un assaggio delle novità che arriveranno nel corso dell’anno. Ecco alcune anticipazioni.

Tecnologie/Scenari

In occasione dell’evento CPX 360 2022, Dorit Dor, Chief Product Officer e Itai Greenberg, VP Product Management di Check Point hanno presentato alcune delle novità che arriveranno nel corso dell’anno. Dor si è concentrato su Quantum LightSpeed, la serie di firewall definita come la “più veloce al mondo”, indirizzata ai data center di grandi dimensioni.

I dati salienti sono il throughput fino a 3 Tbps per sistema / 800 Gbps per singolo gateway e la latenza ultra-bassa di 3 microsecondi. Dor ha poi sottolineato caratteristiche peculiari quali segmentazione, scalabilità e attività in AI fra cui l’ispezione del traffico crittografato, con una evidente attenzione verso la necessità di una network security veloce.

Alla base di questi prodotti c’è la tecnologia ASIC di NVIDIA, che è l’artefice della velocità di questi prodotti e consente il trasferimento sicuro di terabyte di dati in pochi minuti. Michael Kagan, CTO di Nvidia, ha rimarcato il ruolo determinante della sua azienda sottolineando che “Nvidia mette il turbo alla security Zero Trust nei data center e permette lo sviluppo di soluzioni di nuova generazione come appunto Check Point Quantum Lightspeed con Nvidia ConnectX SmartNIC”.


Greenberg si è invece concentrato sulle anticipazioni software, che chiamano in causa cinque trend: SaaS e cloud transformation, automazione e AI, Zero Trust, Work anywhere e IoT. Sul fronte cloud, la nota soluzione CloudGuard focalizza l’attenzione sull’introduzione di CloudGuard FWaaS (Firewall-as-a-Service) che trasforma la segmentazione cloud e la gestione perimetrale in un servizio, in cui il cliente deve solo definire le policy, al resto pensa Check Point, e CloudGuard NSaaS (Network Security as a Service).


Novità sono attese poi per Harmony Connect secure access service edge (SASE), che consentirà ai clienti di beneficiare di maggiori opzioni di connettività, maggiore sicurezza dei dispositivi remoti e di un'esperienza utente migliorata. Fra i servizi attesi ci sono Zero Trust Network Access e DLP (Data Loss Prevention).

Novità attese anche per l’integrazione di Quantum SD-WAN nei security gateway e per l’arrivo di Quantum IoT Protect, che promette di proteggere automaticamente qualsiasi dispositivo IoT connesso alla rete da qualsiasi tipo di attacco, grazie all’applicazione di criteri Zero Trust e all’impiego dell’AI.


Ultimo ma non meno importante, Infinity guadagnerà nuove soluzioni all-in-one chiavi in mano per SMB e MSP con costi scalabili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter