Gli italiani trovano noioso installare gli aggiornamenti

Finché possibile, gli italiani preferiscono posticipare l'installazione degli aggiornamenti o ignorarla del tutto perché è un'operazione noiosa.

Tecnologie/Scenari
Ogni mese pubblichiamo la notizia del Patch Tuesday, a prescindere dalla criticità delle falle che vengono corrette. La ricorrenza fissata tempo fa da Microsoft non è solo un modo per mettere al sicuro i sistemi. È una routine che dovrebbe entrare nelle best practice di tutti coloro che usano un computer, e che serve prima di tutto a comprendere che un sistema aggiornato è un sistema più sicuro.

I dati raccolti da uno studio di Kaspersky condotto ad aprile 2021 però lasciano intendere che l'obiettivo è lontano dall'essere raggiunto. Per gli italiani aggiornare i dispositivi è un compito noioso, tanto che quasi la metà degli intervistati cerca di ignorarlo. Il 34%, invece, interpreta l'attesa dell'installazione dell'aggiornamento come una perdita di tempo, che potrebbe essere investito in altre attività. Non necessariamente produttive: il 34 percento vorrebbe impiegarlo per svagarsi online. Solo il 41% apprezza questo momento per prendersi una pausa "giustificata".

Pochi pensano che la manciata di minuti d'attesa sia nulla in confronto al blocco produttivo che si verifica quando una falla non chiusa viene sfruttata per attaccare i sistemi. La cronaca trabocca di esempi, da Microsoft Exchange agli altri innumerevoli attacchi ransomware registrati nel 2020. La dura realtà è che ogni mancato aggiornamento "causa noia" è una ghiotta opportunità per il cybercrime.

device updates report 1 1Probabilmente molti sottovalutano l'interesse del cybercrime verso sé stessi e la propria azienda. Ricordiamo che ransomware e trojan contro i consumatori sono in costante aumento, così come gli attacchi contro le piccole imprese. Altrimenti detto: nessuno è al sicuro, e spesso un aggiornamento può essere una difesa efficace, soprattutto se è tempestivo.  

In attesa che il computer si riavvii o termini l'installazione, si può seguire il buon esempio degli utenti più diligenti, che nel sondaggio hanno confessato di guardare la TV, leggere un libro, cucinare, praticare sport o andare a fare una passeggiata. È un modo per capitalizzare al meglio il tempo che è doveroso dedicare alla propria sicurezza informatica, e viverlo senza noia e astio.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di SecurityOpenLab.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale sicurezza mobile

Speciale

Proteggere il nuovo smart working

Speciale

Sicurezza cloud native

Speciale

Backup e protezione dei dati

Speciale

Speciale video sorveglianza

Calendario Tutto

Set 30
Webinar Kaspersky - Guai con i ransomware? Volete essere flessibili ma al riparo da attacchi informatici?
Ott 05
VMworld 5-7 ottobre 2021
Ott 12
Webinar Zyxel - Uffici “ibridi” e modalità di lavoro “fluida"

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori